Todo Es Nada

                            

Paul Renner

OPERA UNICA

 

A cura di Mariangela Calisti e Valerio Dehò

 

 

27 MAGGIO - 30 SETTEMBRE 2017

Inaugurazione 26 MAGGIO 2017

ore 19.00

Durante il periodo della mostra verranno proposte delle performance culinarie, a tema e su prenotazione, di Paul Renner e cuochi internazionali

 

 

 

Palazzo Bottigella Gandini, sede di Supernova Gallery, è il luogo dove Paul Renner ha deciso di mettere in scena la sua grande mostra dal titolo TODO ES NADA dando vita così ad uno spazio atemporale dove storia, leggenda, alchimia, esoterismo, patafisica e contemporaneità si fondono spingendoci a chiederci in quante dimensioni viviamo, vediamo e ragioniamo.

 

Come definire l'artista austriaco Paul Renner, figura internazionale che già dagli anni ‘70 è stato assistente di Arnulf Rainer e Hermann Nitsch?

 

Un personaggio assolutamente fuori dagli schemi, eccentrico, anarchico, libero da ogni costrizione, “lo spirito più libero che sia mai esistito”, ma questo è già stato detto a proposito del Marchese De Sade, uno tra i personaggi la cui filosofia ha ispirato il lavoro dell’artista.

 

È solo aggiungendo Alfred Jarry con il suo pensiero patafisico, il filosofo Nietzsche, il decadentismo di Huysmann, Wilde e D'Annunzio, la corrente artistica Fluxus, fino ad arrivare ai poeti-giardinieri anarchici Medlar Lucan & Durian Gray, fondatori con Paul Renner dell' “Hell Fire Touring Club”, che riusciremmo a comprendere il lavoro di Paul Renner.

 

Egli percepisce e trasforma in pittura, e non solo, quella fusione tra Eros e Thanatos dando origine ad una complessa visione del mondo in via di dissolvimento creando  opere assolutamente inedite nel panorama dell’arte contemporanea.

La sua è un’arte sanguigna, fortemente materica, barbaramente bizantina, in una profusione di colori cupi, oro e porpora.

 

La piacevolezza e la straordinaria bellezza delle sue opere trasmettono allo spettatore un’espressione di decadenza quanto mai contemporanea, carica a volte anche di una brutalità insita nell’animo umano.

 

In questo senso l’utilizzo del cibo, con la sua natura evolutiva che rimanda al concetto di nascita, deterioramento, morte e nuova vita, diventa mezzo e raffigurazione in un ciclico e universale ripetersi.

 

Le opere di Paul Renner sono esplosive, crude, intense cariche di una visione alchemica del mondo.

Le inusuali  combinazioni di pigmenti, resina di pino, cera d’api, colori per alimenti, pelle di maiale, sangue, spezie, oro e bitume si fondono nell’ iconografia di immagini oniriche, architetture, animali fantastici, oggetti e ritratti.

 

I suoi banchetti, vere e proprie performance culinarie, non lasciano nulla al caso, tutto è pensato, progettato nei minimi dettagli dando luogo ad un rituale che mira ad una vera apoteosi dei sensi.

Gli “alberi della cuccagna”, concepiti come gigantesche installazioni edibili cariche di significati, coinvolgono lo spettatore in rituali arcaici dai significati simbolici.

 

Il concetto chiave di Renner è quello dell’opera d’arte totale -Gesamtkunstwerk- mettendo in scena filosofia, letteratura, scienza,  alchimia, natura e meraviglia dove il tutto e il fondamentale divengono nulla: TODO ES NADA.

L'opera unica comprende:

- La Cuccagna

- Sala A Rebours

- Sala dell'Arteficio

- Sala della Melanconia

- Sala del Fuoco

- Sala della Camera d'Ambra

- Sala dell'Organo

- Sala delle Fontane

- Sala Patafisica

- Corridoio Hell Fire touring Club

- Sala dei Banchetti

- Sala del Viaggio

- Sala della Biblioteca

.

© 2016 by Supernova Gallery. 

Palazzo Bottigella Gandini    Corso Giuseppe Mazzini Pavia 27100, IT.

  • Facebook Clean
  • White Instagram Icon